Seguici anche su: Move your mouse over me Move your mouse over me Move your mouse over me Move your mouse over me Move your mouse over me Move your mouse over me
14 aprile 2011
Post di Mad in Italy!
Rientrato in Italia grazie ad un curriculum Mad.

Oggi ospitiamo con grande piacere il racconto di una bella storia. Una storia a lieto fine realizzatasi attraverso un modo creativo di presentare le proprie competenze e aspirazioni su Facebook, cioè grazie alla formulazione di un curriculum che non può che essere definito Mad! La storia è quella di Claudio Nader ed il racconto è direttamente quello del protagonista.

Per vincere la crisi bisogna anche saper ringraziare. Ecco perché voglio ringraziare i ragazzi di Mad in Italy! per aver apprezzato la mia storia a lieto fine e avermi chiesto di scriverne.

Il luogo in cui si svolge la storia è Facebook, perché adesso Facebook è “il” luogo. Punto.

Sono un bolognese di 28 anni e sono andato a vivere a Londra lo scorso novembre per ritrovarmi a lavorare a Milano grazie ad una piccola idea che sta gironzolando per il web.

Si tratta del primo curriculum vitae pubblicato attraverso il profilo Facebook ed è nato per accendere una luce su di me e differenziarmi da tutti coloro che vivono a Londra cercando il mio lavoro preferito.

L’idea è riuscita a farsi strada online e sono usciti articoli e qualche piccola intervista, così il mio curriculum è stato letto da molte persone, in giro per il mondo, senza che io lo spedissi a nessuno, oltre ad essere stato inserito, da un seguitissimo sito americano, tra i 12 profili Facebook più belli.

In poche parole, ha funzionato.

Era un semplice tentativo di dimostrare ai miei possibili datori di lavoro le mie capacità di web e social media planner e il risultato è che ho cominciato a lavorare con un’agenzia di Milano in cui mi occupo proprio di web e social media marketing.

Incredibilmente, quindi, sono tornato in Italia per lavoro.

Il titolo del progetto era “Ideas can beat the crisis”: le idee possono battere la crisi. In effetti in questo caso un’idea ha vinto contro la crisi e mi ha permesso di trovare proprio il lavoro che volevo.

Da quando ho pubblicato il “Facebook CV” mi hanno contattato in molti: chi mi ha semplicemente chiesto l’amicizia, chi mi ha detto di volerne scrivere, chi mi ha chiesto come poterlo rifare…

Per questo motivo ho scritto un tutorial che ho messo a disposizione di tutti. Lo si trova sul mio piccolo sito assieme ai link ad alcuni degli articoli che hanno parlato di questa idea, dall’India all’America alla Romania al Brasile all’Italia e così via.

Il progetto è sviluppato gestendo al meglio le impostazioni della privacy e non toglie nessuna libertà nell’uso quotidiano di Facebook: i non-amici vedono il curriculum, gli amici vedono le foto normali. I datori di lavoro vedono, potenzialmente, un collaboratore.

Non mi sarei mai aspettato di andare all’estero, esausto per le condizioni italiane, e tornare in Italia per fare il lavoro che volevo.
Claudio Nader

Commenti

1

  1. Luigi ha detto: Il 4 maggio 2011

    Spettacolare e molto efficace. I miei complimenti!

  2. Eric ha detto: Il 28 luglio 2014

    conversation@typically.butts” rel=”nofollow”>.…

    áëàãîäàðåí….

  3. arthur ha detto: Il 19 novembre 2014

    willis@supersonic.carpenters” rel=”nofollow”>.…

    ñïñ!…

  4. Rex ha detto: Il 23 novembre 2014

    seat@laurie.tug” rel=”nofollow”>.…

    good!…

Lascia un commento


Rientrato in Italia grazie ad un curriculum Mad.

3 Trackbacks

  • Eric
    on 28 luglio 2014
  • arthur
    on 19 novembre 2014
  • Rex
    on 23 novembre 2014
Bloop Comunicazione Virtuosa Festival della Creativitá Creatives are bad Doctor Brand
Fondazione Sistema Toscana Intarget Group Intoscana.it Invertising Milc
MagNews by Diennea Master in Comunicazione d'Impresa Pmicamp Polimoda Rete Ventures
ToscanaLab TP Pubblicitari Professionisti Toscana In